Lisistrata

di Aristofane  trascrizione e adattamento di Mariano Burgada

(2010)

 

Questa commedia è il primo testo della cultura occidentale che affronti il problema dell'emarginazione femminile.L'ateniese Lisistrata , per mettere fine alla lunga geurra del Peloponneso che travaglia la Grecia , convince tutte le donne elleniche ad uno sciopero del sesso , di carattere ricattorio. In appoggio a questo sciopero fa occupare dalle concittadine l'Acropoli , ove era conservato il tesoro della lega di Delo . Di fronte ad un ricatto del genere , connesso com'è ad un bisogno primario , gli uomini della Grecia non possono che cedere .Gli spartani stessi vengono ad offrire quella pace che per l'Atene del 411 a.C. , anno nel quale venne rapprsentata la commedia , sarebbe stata provvidenziale , ancorchè impossibile .La sua libertà di linguaggio e la sua assoluta irriverenza rendono questa commedia scabrosa perfino agli occhi della critica antica.Aristofane , probabilmente , non voleva nascondere nella comicità la denuncia di un'ingustizia ,ma si valeva del paradosso inquietante del potere femminile come mezzo per far passare un messaggio politico .L'articolazione degli argomenti di Lisistrata è ancora più esplicita nel discorso politico con il quale riconcilia gli uomini di Grecia , piegati dalle conseguenze dello sciopero del sesso .Però , un riconoscimento fondato sul ricatto è un riconoscimento transitorio : esso dura finchè persiste il potere e la volontà di ricattare e svanisce non appena il ricatto è concluso . Lisistrata , col suo sciopero , ha comprato la pace ma non otterrà il riconoscimento . La soggettività morale non è negoziabile.

 

 

 

 

 

 

Return