La Guerra Spiegata ai Poveri

di Ennio Flaiano Libera adattamento di Mariano Burgada

(1982)

 

    La straordinaria vena comica di Ennio Flaiano è stata sempre sorretta da una ironica lettura di eventi corrotti della nostra società. Non poteva mancare quindi un vero attacco alla logica della violenza come strumento istituzionalizzato di risoluzione dei problemi: la guerra deve esistere altrimenti non avremo mai la pace. I personaggi mostrano una visione della guerra del tutto aberrante, arrivando a situazioni di vero paradosso, in una logiga perversa che ancora oggi è di grande attualità.


           Ancora un impegno del teatro che attraverso lo strumento della risata porta a riflettere su scelte millenarie e perverse dell'uomo, che una società civile deve tendere a cancellare, utilizzando uno strumento non cruento per arrivare ad una vera giustizia sociale.


         I personaggi di questo lavoro sono tutti protagonisti con il loro peso e le loro responsabilità ma con un atteggiamento che spesso rasenta il surreale. Credibile le caratterizzazione di Marcello Arfè, Paolo Avolio, Teresa Fiorillo, Vittorio Nicoletti, Marco Esposito, Rosanna Cuomo, Rossella Iacometta. Le scene di Guglielmo Lala portano lo spettatore in un ambientazione alla Dalì.
 

 

Return


© Mariano Burgada 2006               Webmaster: mariano@teatroburgada.it