Al genitore non far sapere...

Testo e regia di Mariano Burgada
(2007)

                                       

 

 

 

"Al genitore non far sapere..." i problemi che attanagliano una famiglia. Il genitore in questione è Peppe  Della Morte, il quale vive  nella illusione di una famiglia  tranquilla,  ma la realtà, che forse Peppe si ostina a non vedere, è ben diversa. 
La vicenda rappresenta uno spaccato perfettamente sovrapponibile a tante famiglie permeate da un dolore forte e logorante. Vivere rifiutandosi di vedere la realtà  diventa sintomatico di una condizione di disagio, molto diffuso nella nostra società segnata dalle tante aspettative disattese.
Il lavoro ha avuto un interprete di eccezione, Antonio Florio nei panni di Peppe Della Morte, attore sensibile e toccante, che ha saputo trasmettere il disagio di un uomo non inserito nel ritmo frenetico della nostra società senza però cadere nel retorico e dando al personaggio un taglio ironico e in certi punti struggente. Tra i personaggi, tutti in carattere, risulta particolarmente apprezzabile l' interpretazione di Maria Pinto, moglie stressata ed interessata. Bruno Di Fiore, perfido e ridicolo donnaiolo. Titti Burgada, giovane donna già alle prese con le insidie della vita. Il tema della famiglia, sempre attuale, ha riscosso in tutte le repliche i consensi del pubblico. 

 

Return


© Mariano Burgada 2006               Webmaster: mariano@teatroburgada.it